Domenica 28 Ottobre 2012

Alla ricerca del pellet fantasma
«Ecospellet»: raffica di denunce

Il caso è scoppiato a Capriolo, nel Bresciano, dove ha sede la Ecospellet, ma ci sono anche diversi bergamaschi che sono rimasti vittime di quella che è una probabile truffa: a San Pellegrino quattro famiglie hanno tirato fuori 2 mila euro in totale per bancali di pellet mai consegnati.

Soltanto sabato sono arrivate cento denunce ai carabinieri di Capriolo e da tutta Italia. L'azienda, attraverso spot pubblicitari su numerose emittenti televisive locali, attirava i consumatori con prezzi vantaggiosi e la consegna gratuita, ma i bancali di pellet non sono mai arrivati.

Una lettrice di San Pellegrino ci ha raccontato la sua storia: «Ho visto la pubblicità in televisione e ho prenotato tre bancali. Come da accordi, ho pagato metà della cifra con un bonifico, ovvero 400 di 800 euro. Mi avevano garantito la consegna il 20 ottobre, ma così non è stato. Ho telefonato, si sono inventati un mucchio di scuse, che dovevano evadere molti ordini, che c'era il maltempo e non potevano effettuare la consegna, e infine non hanno risposto più alle mie telefonate. A San Pellegrino almeno quattro famiglie, compresa la mia, hanno ordinato i bancali anticipando in totale 2 mila euro. Intanto ha scoperto che nel Bresciano il caso è già scoppiato da qualche giorno. Settimana prossima farò denuncia anch'io».

A Capriolo sabato una folla si è presentata davanti alla ditta e alla caserma dei carabinieri reclamando la merce. Dall'azienda per ora poche parole: «Spiegheremo tutto al più presto».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata