Lunedì 03 Dicembre 2012

T. de' Busi: confiscati alla criminalità
diventano alloggi per bisognosi

Sono stati inaugurati oggi a Torre de' Busi gli alloggi realizzati nell'immobile confiscato alla criminalità organizzata e ristrutturato dall'Aler di Lecco e destinati a famiglie bisognose. Per l'occasione in via Sonna 7, a lato della provinciale per Caprino, sono giunti il sottosegretario all'Interno Carlo De Stefano, il prefetto di Lecco Antonia Bellomo, il sindaco Eleonora Ninkovic e altre autorità. Dopo la consegna delle chiavi alle quattro famiglie assegnatarie, la benedizione da parte del parroco don Camillo Mistrini.

I quattro appartamenti si trovano nella frazione di San Gottardo. L'operazione di sequestro al clan Coco Trovato risale a quasi 20 anni fa e all'inizio dello scorso anno - dopo sollecitazioni pervenute da varie associazioni che si occupano di legalità e pure dal prefetto di Lecco - si era dato corso all'operazione di recupero dell'edificio tramite l'Aler di Lecco e un ulteriore contributo regionale per la ristrutturazione. I lavori sono stati poi terminati nell'arco di un anno con la messa a disposizione, alla fine dell'estate, di quattro piccoli appartamenti di 48 metri quadrati.

L'assegnazione è stata fatta per due appartamenti a favore di due anziane residenti in paese, il terzo appartamento a una donna che attualmente abita nel vicino comune di Monte Marenzo e il quarto a una donna che svolge la sua attività lavorativa tra Torre de' Busi e Monte Marenzo.

e.roncalli

© riproduzione riservata