Lunedì 10 Dicembre 2012

Il poliziotto si infila... dal finestrino
Colpo fallito alla Coop di Bergamo

Per cento metri si è infilato nella macchina dei malviventi, entrando dal finestrino e cercando di bloccare la loro fuga. Un colpo fallito e una serata decisamente movimentata quella di sabato 8 dicembre, a Bergamo.

Intorno alle 21.30 due uomini sono stati sorpresi mentre armeggiavano con la cassa continua del supermercato Coop di via Broseta. A segnalarlo alle forze dell'ordine alcuni residenti di via Vela e via Broseta che hanno sentito il rumore di un trapano. Gli agenti hanno così trovato due uomini intenti a scassinare la cassa continua e uno a bordo di una Fiat Tipo che faceva da palo.

Appena i poliziotti si sono avvicinati, uno dei due alla cassa è salito sulla macchina per scappare con il suo complice. L'altro uomo è scappato a piedi ed è riuscito a dileguarsi. Gli agenti si sono allora concentrati sulla vettura in fuga e un poliziotto è balzato dentro l'auto direttamente dal finestrino abbassato, nel tentativo di togliere le chiavi dal cruscotto. Il suo «viaggio» è durato circa 100 metri, lungo via Vela, poi la macchina ha colpito due dissuasori e due panettoni e si è schiantata contro la sbarra di un parcheggio vicino. I due banditi sono scesi e hanno tentato la fuga.

Il passeggero è riuscito ad allontanarsi mentre il conducente della Tipo è stato bloccato dalla polizia. È nata una colluttazione con tanto di tentativo da parte del malvivente di tirare fuori dalla fondina l'arma di un agente. Alla fine hanno avuto la meglio i poliziotti, che lo hanno condotto in questura, in stato di arresto. Si tratta di G.F., un 49enne pluripregiudicato, residente a Carvico e accusato di tentata rapina, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e ricettazione. L'ultima accusa riguarda la Fiat Tipo, risultata infatti rubata proprio dall'uomo lo scorso 21 novembre a Treviolo.

Lunedì mattina, in tribunale, al 49enne è stato convalidato l'arresto: l'uomo, che ha ammesso, resterà in carcere. Nell'auto le forze dell'ordine hanno poi trovato tutti gli arnesi da scasso: dalle punte per il trapano al passamontagna, dai cacciaviti alle forbici.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata