Lunedì 10 Dicembre 2012

Primi cinque alloggi per Diakonia
Piario, strada più larga per l'ospedale

La Giunta provinciale di lunedì 10 dicembre ha formalizzato la convenzione con la quale cinque alloggi di proprietà della Provincia, che sono stati restituiti da Casa Amica, verranno girati all'associazione Diakonia onlus, della Caritas diocesana, e saranno destinati a famiglie in difficoltà per la crisi economica. Si tratta dei primi cinque alloggi, in totale saranno otto.

La Giunta ha anche firmato il protocollo d'intesa con il Comune di Villa d'Ogna per allargare la strada della provinciale 51 che collega Villa d'Ogna a Piario e che serve anche l'ospedale di Piario. Con l'allargamento della strada ci sarà pure la costruzione dei marciapiedi.

Il costo totale dell'opera, i cui lavori dovrebbero scattare nel giugno 2013, è di 440 mila euro. Il Comune di Villa d'Ogna contribuirà con 60 mila euro per i marciapiedi, al resto ci penserà la Provincia, alla quale tocca al 100% l'onere d'intervenire sulla strada. I lavori consentiranno di mettere in sicurezza una via che riveste notevole importanza vista la presenza dell'ospedale.

Infine, la Giunta ha stanziato un contributo di 72.300 euro per 28 progetti a sostegno delle associazioni di volontariato che operano a favore dei disabili e degli anziani e dei Comuni per interventi socio-assistenziali.

I contributi sono stati assegnati alle Associazioni di volontariato che hanno presentato progetti e iniziative con particolare attenzione al sollievo delle persone disabili e al sostegno delle persone anziane più fragili. La Giunta ha deliberato inoltre la concessione di contribuiti a favore dei Comuni per la realizzazione di iniziative socio-assistenziali. Il totale dei contributi deliberati ammonta a Euro 72.300,00 per 28 progetti.

La compartecipazione e il sostegno da parte della Provincia di Bergamo ai suddetti progetti sono stati determinati, previa valutazione, da parametri ben precisi quali la valenza territoriale dell'intervento, il rapporto costi e piano operativo, le risorse umane e il numero dei soggetti coinvolti nel progetto proposto e la loro condizione di fragilità o difficoltà, la pertinenza dell'iniziativa con i programmi provinciali, la sua efficacia ai fini del sostegno alla disabilità - anche sensoriale - e la ricaduta sul territorio in termini di risposte concrete ai bisogni delle famiglie con anziani e disabili.

Tenendo conto dunque delle sollecitazioni provenienti dal territorio, e in particolare dalle famiglie e dai genitori che si trovano in difficoltà nel gestire i loro disagi soprattutto in questo periodo di crisi, sono stati individuati, come beneficiari del cofinanziamento, progetti caratterizzati da una particolare attenzione ai servizi alla persona, ai disabili e agli anziani.

Come sottolinea l'Assessore alle Politiche Sociali e Salute Domenico Belloli "Con questi cofinanziamenti, la Provincia di Bergamo è certa di poter dare un significativo contributo alle attività svolte e promosse da associazioni ed enti che da sempre lavorano sul nostro territorio a favore della disabilità e degli anziani con impegno e dedizione. Grazie a queste risorse economiche numerosi progetti potranno concretizzarsi aiutando disabili e persone che vivono in condizione di fragilità e, in un periodo storico particolarmente difficile come quello che stiamo vivendo, questo rappresenta sicuramente un'importante occasione attraverso la quale la Provincia dimostra la sua vicinanza ai cittadini e alle problematiche territoriali”.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata