Lunedì 24 Dicembre 2012

Perde la reflex in metropolitana
Torna a casa via... Facebook

Ha perso la sua macchina fotografica reflex, «dal valore affettivo inestimabile», sulla metropolitana di Milano e, quando ormai stava per mettersi il cuore in pace, è riuscito a riaverla, con tutte le 600 foto memorizzate.

Tutto grazie a una serie di coincidenze che hanno dell'incredibile. Protagonista della vicenda Massimo Mapelli, medico di Canonica d'Adda ed ex studente dei Salesiani di Treviglio.

A trovare la reflex da 1.500 euro sulla metropolitana è stato Walter Borgonovo, pure lui studente dei Salesiani (anche se i due non si erano mai visti perché hanno una decina d'anni di differenza), che, facendo passare le foto, ha letto il nome di un amico di Mapelli – Umberto Grandi, che vive ad Amsterdam – sulla pergamena della sua laurea che teneva in mano.

Così Walter ha contattato Umberto su Facebook: contatto dopo contatto la macchina fotografica è tornata a casa. A raccontare la storia è lo stesso Massimo, che gestisce anche un blog su internet.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 24 dicembre

r.clemente

© riproduzione riservata