Sabato 29 Dicembre 2012

Arrestato dai carabinieri
«cade» in un sonno profondo

La fuga dai carabinieri, uno schianto in auto, la collutazione con le forze dell'ordine e, infine, una lunghissima dormita, evidentemente simulata. È il racconto dell'arresto di A. B, un marocchino di 38 anni, che non si è ridestato nemmeno durante la direttissima.

Venerdì sera, poco prima di mezzanotte, i carabinieri di Alzano, a Nembro per un normale controllo, hanno notato in via Lombardia una Fiat Brava con al volante del marocchino. Alla vista delle forze dell'ordine, l'extracomunitario ha accelerato tentando la fuga e imboccando vie contromano.

Alla fine il 38enne ha perso il controllo dell'auto schiantandosi contro un muro. Ha tentato di scappare a piedi, ma è stato bloccato dopo una collutazione. In auto c'erano 22 dosi di cocaina e 2.700 euro in contanti. Da quel momento l'extracomunitario non ha più reagito.

In ospedale, risultato negativo a droga e alcol, il 38enne ha deciso di addormentarsi e non ha risposto più a nessuno, nemmeno al suo avvocato. Il giudice ha per ora convalidato l'arresto con custodia in carcere, processo rinviato al 28 gennaio. Chissà se per allora si sveglierà.


m.sanfilippo

© riproduzione riservata