Martedì 15 Gennaio 2013

Aviatico, villette contestate
In 7 sono stati rinviati a giudizio

Sarà il Tribunale collegiale ad approfondire la vicenda del cantiere delle villette nel valico di Ganda, ad Aviatico: lo ha deciso lunedì 14 gennaio il giudice dell'udienza preliminare Raffaella Mascarino, rinviando a giudizio per reati che vanno dalla violazione della normativa sull'edilizia all'abuso e all'omissione di atti d'ufficio sette persone.

Si tratta dei due proprietari delle villette, Eugenio Noris e Felicita Merelli, di 74 e 68 anni; del direttore dei lavori Carlo Vescovi, 46 anni, e dell'esecutore materiale Roberto Noris, di 42; del sindaco di Aviatico Stefano Dentella, 49 anni, del segretario comunale Giuseppe Ferrari, 63 anni, e dell'architetto Michele Villarboito, 43 anni, consulente del Comune.

I primi quattro - che rispondono solo dell'abuso edilizio - sono assistiti dall'avvocato Matteo Anzalone, mentre gli ultimi tre - tutti accusati di abuso d'ufficio, il solo primo cittadino anche di omissione di atti d'ufficio - dall'avvocato Ettore Tacchini: compariranno a processo per l'udienza di smistamento il 2 luglio.

A novembre dello scorso anno la vicenda era tornata alla ribalta con la decisione del Consiglio di Stato che aveva dato ragione ai proprietari. Una sentenza che i difensori hanno portato anche all'attenzione del giudice, ma che per il magistrato non ha sciolto tutti i dubbi sulla vicenda.

«Per il giudice, nonostante il pronunciamento del Consiglio di Stato sulla vicenda, c'è necessità di conferme probatorie che si possono ottenere solo in sede di dibattimento: chiariremo lì tutta la vicenda» spiega l'avvocato Tacchini, chiarendo l'aver agito in buona fede e correttamente da parte degli imputati.

Leggi di più su L'Eco di martedì 15 gennaio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata