Giovedì 17 Gennaio 2013

Pedone investito a Medolago
La vittima è un 30enne boliviano

Investito da un furgone mentre camminava lungo la strada. Un urto violento che non gli ha dato scampo. È un 30enne boliviano, Nelson Joaquim Muriel Calvi, la vittima che ieri sera non era stata ancora identificata in quanto privo di documenti.

L'uomo, originario di Cochabamba, era in Italia da 10 anni ed era muratore di professione. Viveva con la sorella sposata in via Manzoni 39 a Medolago. Sono stati i familiari, nella Bergamasca risiede anche il fratello, a riconoscerlo nella scorsa notte nella camera mortuaria.

Il buio pesto e il maltempo hanno sicuramente influito sull'esito dell'incidente sulla provinciale a Medolago mercoledì 16 gennaio. Il pedone stava camminando nei pressi della carreggiata ed è morto sul colpo dopo essere stato travolto da un furgoncino.

L'incidente si è verificato verso le 18,30 sulla strada provinciale che dalla Rivierasca porta a Terno d'Isola. Per cause ancora da accertare, un furgoncino di proprietà di una ditta di pulizie guidato da una cinquantanovenne di Mapello, ha investito il pedone. La strada in quella zona è poco illuminata e la conducente probabilmente non ha visto che c'era qualcuno oppure se è accorta soltanto all'ultimo momento.

L'incidente è stato notato da automobilisti di passaggio che hanno dato l'allarme. La provinciale infatti è molto trafficata, soprattutto in quella fascia oraria. È stato allertato il 118 e sul posto sono arrivate l'auto medicalizzata e l'ambulanza. I soccorritori purtroppo hanno tentato di rianimare il pedone, ma l'uomo con tutta probabilità era morto sul colpo.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata