Venerdì 01 Febbraio 2013

Nel weekend torna l'inverno vero
Neve dai 500-800 metri di quota

È in arrivo una intensa perturbazione fredda: la colonnina del termometro andrà in picchiata e, in alcune zone d'Italia, si registreranno fino a 12° in meno in 24 ore. Lo dicono gli esperti di 3BMeteo.com

«Alta pressione, nebbie in Valpadana e temperature simil primaverili al Centrosud saranno ben presto un ricordo - dice Edoardo Ferrara - perchè nel weekend tornerà in scena l'Inverno, quello vero».

«Una perturbazione fredda in discesa dall'Artico raggiungerà l'Italia nel weekend determinando maltempo con piogge, temporali, ritorno della neve a quote basse e tanto vento, con mari in burrasca. I venti freddi da Nord faranno abbassare la colonnina di mercurio anche di oltre 10-12°C in 24 ore specie in montagna, spazzando via la coltre opprimente di nebbie, foschie ed inquinanti che grava da giorni sulla Pianura Padana».

«Si parte venerdì con primo peggioramento al Nord ed alta Toscana associato a pioggie specie dalla sera - prosegue Ferrara -; ancora sole prevalente e clima mite al Centrosud pur con nubi in aumento sulle tirreniche. Ma il clou del maltempo sarà sabato con piogge e rovesci diffusi al Nord in estensione anche al Centrosud, specie sui versanti tirrenici dove saranno possibili temporali anche forti con grandinate; ultimi scampoli di sole solo su basso versante adriatico ed estremo Sud. Rovesci forti attesi anche tra Veneto ed Emilia Romagna sabato sera. Il tutto verrà accompagnato dapprima da forti venti di Libeccio, poi di Maestrale o Tramontana, con mare anche in burrasca specie su Tirreno e Sardegna, dove si potranno avere mareggiate; bora sull'alto Adriatico».

Con il freddo in arrivo quota neve in calo a 500-800m al Nord ma tratti fin verso la pianura sull'Emilia Romagna sabato notte. Neve in calo a quote collinari anche tra Toscana, Umbria ed alte Marche, fino a 1000-1400m sul resto dell'Appennino.

«Domenica il maltempo si concentrerà al Centrosud - concludono da 3bmeteo.com - con piogge e temporali accompagnati da forti e freddi venti di Tramontana e Maestrale; neve fino a 400-800m sull'Appennino centrale, 900-1300m su quello meridionale; migliora al Nord e Toscana salvo residue nevicate sulla Romagna in collina se non fino in pianura, mentre sulle Alpi di confine giungeranno nuove nevicate portate da Nord. In tal frangente il calo termico si farà deciso anche sulle regioni meridionali».

Qualità dell'aria a Bergamo
Intanto la qualità dell'aria resta pessima. Le polveri sottili sono fuori limite ovunque. A Bergamo via Meucci, ieri, 55 microgrammi contro i 50 del limite; Bergamo via Garibaldi 75, Filago Centro 59, Treviglio 58.

r.clemente

© riproduzione riservata