Giovedì 07 Febbraio 2013

Lunedì a rischio di (tanta) neve
Di certo arriverà un gran freddo

Stando alle previsioni attuali - ma il quadro potrebbe cambiare - lunedì a Bergamo potrebbero cadere fino a 30 centimetri di neve. Per la gioia di bambini e ragazzi che saranno a casa per il Carnevale. Quello che è certo è l'arrivo del freddo.

Freddo e neve a bassa quota saranno protagonisti sull'Italia almeno sino ad inizio della prossima settimana. Lo dice in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera che aggiunge: «Si è aperta una fase piuttosto fredda, la più lunga di questo inverno».

Quattro gli impulsi polari che dispenseranno nevicate a quote basse. «Da qui a domenica l'aria artica in entrata sul bacino centrale del Mediterraneo - dice Nucera di 3bmeteo.com - alimenterà una circolazione di bassa pressione; porterà nevicate a quote molto basse sulle Adriatiche, sino in collina su gran parte della dorsale meridionale e sui rilievi della Sicilia».

Temporali si avranno sulle coste tirreniche di Calabria, Campania e Sicilia. Il tutto poi condito da sostenuta ventilazione. Al Nord il tempo sarà più asciutto ma farà piuttosto freddo anche di giorno. Sulle Alpi sarà vero gelo con punte anche di -15 gradi a 2000 metri.

«Si tratta - dice l'esperto - di quelle situazioni a lenta evoluzione. Il maltempo, alimentato da ripetuti affondi artici, si troverà bloccato in mezzo all'anticiclone delle Azzorre in Atlantico da una parte e a quello a carattere freddo sulla Russia dall'altra. Ecco perché indugerà sul Mediterraneo».

L'ondata di freddo sarà meno intensa rispetto all'evento gelido del febbraio dello scorso anno; anche se le temperature andranno sotto le medie del periodo di 4/6 gradi. E lunedì forse neve al Nord. «Arriverà un'altra perturbazione. L'aria umida da sud si sovrapporrà al cuscino freddo presente al suolo per cui saranno probabili nevicate a quote molto basse e sin verso il piano. È bene notare - conclude Nucera - come gran parte del suo potenziale l'inverno lo esprima proprio in febbraio. Questa è una caratteristica degli ultimi anni».

r.clemente

© riproduzione riservata