Lunedì 18 Febbraio 2013

Meteo: bizze impreviste
C'è da sperare oggi nel sole

Non vi risulti ironico, questo titolo odierno, ma l'ennesima sorpresa meteo di domenica, la seconda consecutiva, ha davvero ulteriormente ridotto l'amor proprio di chi parla del tempo. Ci consola soltanto il fatto che, come amava dire Trilussa, piuttosto che indovinare da soli è preferibile sbagliare in compagnia, e la strana giornata di domenica, ha davvero spiazzato quasi tutti i commentatori meteo ufficiali che curano il Nord Italia.

Si sapeva del persistere anche ieri di aria fredda da Est, che di solito si traduce sulla nostra provincia in qualche innocuo strato di nubi basse, e anche la pressione atmosferica su di noi, a 1020 mbar quindi piuttosto alta, favoriva questa ipotesi.

È successo invece che dell'aria più umida si è inopinatamente aggiunta dall'alto Adriatico, e così la neve ha potuto prodursi a più riprese, privilegiando le Prealpi centro-orientali (zona del Pora in particolare), ma ieri sera, in chiusura dell'instabilità, anche con dei singolari rovesci di neve mista a graupeln (né neve, né grandine) sulla nostra alta pianura.

Detto dell'infortunio, sembra che oggi l'atmosfera si presenti più tranquilla, l'anticiclone europeo si spancia meglio verso le Alpi, e più sole dovrebbe interessare la giornata di lunedì e di martedì. L'inverno rimane nei pressi, da giovedì a domenica si riparlerà di lui.

Roberto Regazzoni

m.sanfilippo

© riproduzione riservata