Mercoledì 20 Febbraio 2013

Abusi su nipotine di 9 e 10 anni
Rinvio a giudizio per un 47enne

Avrebbe abusato delle proprie nipotine, figlie di un cognato, toccandole nelle parti intime quando una aveva 9 anni e l'altra 10, approfittando della villeggiatura insieme in Valseriana: ora un quarantasettenne milanese, per quei fatti, è stato rinviato a giudizio dal giudice dell'udienza preliminare Patrizia Ingrascì con l'accusa di violenza sessuale.

L'uomo, incensurato e difeso dall'avvocato Miriam Campana, comparirà davanti al Collegio del Tribunale di Bergamo per l'udienza di smistamento l'8 ottobre di quest'anno. Gli episodi contestati risalgono all'estate del 2005, ma solo dopo sei anni, a novembre del 2011, la famiglia delle due bambini era venuta a conoscenza dell'accaduto e aveva quindi sporto denuncia contro il 47enne.

Le due bambine (che oggi hanno 17 e 18 anni) erano infatti solite andare in villeggiatura con i nonni e gli zii in una località della Valseriana: lì, secondo quanto ricostruito, l'uomo avrebbe infilato la mano sotto gli indumenti intimi delle due bambine, toccandole. Per l'accusa si sarebbe trattato di un paio di episodi, in momenti differenti e con le bambine avvicinate separatamente. Le due bimbe non ne avevano però mai fatto parola con nessuno. Solo nel 2011 una delle due, durante un incontro scolastico, ne aveva parlato, riferendo di essere stata toccata dallo zio e del racconto erano venuti a conoscenza anche i genitori: a quel punto avevano chiesto pure alla sorella se anche a lei fosse successa la stessa cosa, e avevano avuto conferma. Entrambe avevano infatti riferito di singoli episodi che sarebbero avvenuti appunto nell'estate del 2005.

A quel punto il padre aveva sporto denuncia contro il cognato, che era stato indagato a piede libero per violenza sessuale e a marzo del 2012 le bambine erano state anche sentite in incidente probatorio sulla vicenda: pur senza ricordare con esattezza (visti gli anni trascorsi) entrambe avrebbero riferito degli episodi. Martedì mattina l'udienza preliminare sfociata nel rinvio a giudizio.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata