Mercoledì 20 Febbraio 2013

Rezzato, infortunio sul lavoro
Grave un 48enne bergamasco

Infortunio sul lavoro nel Bresciano: un operaio bergamasco si trova in rianimazione dopo un incidente avvenuto alla cementeria Italcementi di Rezzato che gli ha causato una frattura al bacino e al femore.

L'incidente si è verificato nella tarda mattinata di martedì 19 febbraio: coinvolto un quarantottenne bergamasco, operaio alle dipendenze di un'impresa di Bergamo che stava eseguendo alcuni lavori. Secondo le prime informazioni fornite dai carabinieri della stazione di Rezzato, l'operaio, protetto dalle attrezzature antinfortunistiche che il lavoro richiede, stava manovrando una piattaforma mobile ad un'altezza di circa sei sette metri quando, per cause ancora da accertare, ha perso l'equilibrio cadendo al suolo.

Immediato l'intervento dei medici del 118, l'uomo è stato ricoverato presso le strutture sanitarie della zona. Sul posto anche i carabinieri e i tecnici dell'Asl. I tecnici della cementeria stanno collaborando con le autorità per arrivare a una ricostruzione dell'accaduto e sono in contatto con l'azienda esterna per seguire l'evolversi delle condizioni del lavoratore. «Il fatto che l'operaio fosse di una azienda esterna non cambia la nostra determinazione a capire cosa è successo, e perché – afferma il direttore dell'impianto, Domenico Cafaro -. La sicurezza sui luoghi di lavoro è una priorità assoluta per la nostra azienda. Nella sola cementeria di Rezzato, nel 2012 sono state effettuate oltre mille ore di formazione, con un totale nelle nostre cementerie in Italia di oltre 16 mila ore. Diversi nostri impianti hanno raggiunto traguardi importanti, con uno o più anni senza infortuni, ricevendo attestati di stima e riconoscimenti dalle stesse rappresentanze sindacali e dei lavoratori».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata