Sabato 23 Febbraio 2013

Auto e moto dimenticate per anni
Villongo: il Comune deve pagare

E io pago, e io pago. L'invocazione di Totò è sempre più attuale e sarà risuonata in questi giorni non poche volte a Villongo, dove si scopre che una procedura amministrativa trascurata ha portato a dover pagare non pochi euro. Insomma, un errore che ha creato un danno ai contribuenti.

Doppia la beffa, perché secondo l'amministrazione comunale pare impossibile risalire ai responsabili. E così a mettere mano al portamonete saranno ancora una volta i cittadini, per una spesa (evitabile) di 7.800 euro, da ricondurre a una negligenza nata negli uffici di polizia locale dopo che due autovetture e un motorino erano stati sequestrati a extracomunitari dagli agenti fra il 2009 e il 2010 perché sprovvisti di copertura assicurativa. Sta di fatto che i mezzi sono rimasti in custodia fino al 2012 nell'autofficina autorizzata dalla prefettura «Auto Oldrati snc» di Trescore Balneario.

Nei fatti ci si è dimenticati - nonostante l'avviso giunto regolarmente dalla prefettura sulle generalità dei proprietari - di procedere con le pratiche, avvisando gli stessi su come comportarsi per riavere i loro mezzi.

Così le due auto e il motorino sono rimasti in deposito e la questione è tornata alla cronaca soltanto nel giugno del 2012, quando è arrivato in municipio il conto da saldare per una custodia proseguita fino all'anno scorso. Il tutto con un costo giornaliero per le casse comunali di 3,62 euro al giorno, Iva compresa. Totale, 7.800 euro circa, in carico al Comune di Villongo, il cui ufficio preposto si era scordato di portare avanti la pratica amministrativa, liberando così il Comune di un costo che andava protraendosi nel tempo.

Leggi di più su L'Eco di sabato 23 febbraio


m.sanfilippo

© riproduzione riservata