Giovedì 28 Febbraio 2013

La promozione della mobilità
Bergamo, ok all'accordo a 5

E' stato sottoscritto giovedì mattina l'accordo di rete per la promozione della mobilità sostenibile nelle scuole. Il tutto nasce come proposta da una tavola rotonda tenuta durante un corso di formazione promosso dall'assessorato alla Mobilità presso l'istituto comprensivo Mazzi, tavola rotonda organizzata con il concorso dell'associazione CAMINA a cui avevano partecipato, oltre agli assessori alla Mobilità e all'Ecologia, rappresentanti dell'ASL, dell'UST, dell'Associazione Pediatri e dei dirigenti scolastici.

La tavola rotonda, oltre a evidenziare l'importanza di una educazione precoce alla mobilità sostenibile, la necessità di una educazione e pratica del movimento e del camminare per un corretto sviluppo e per la salute dei bambini, e quindi l'utilità di sostenere le iniziative che contribuiscono al raggiungimento di questi obiettivi, in particolare il piedibus, ha altresì evidenziato come vengano intraprese sul tema varie iniziative da parte degli enti, spesso ignorate dagli altri enti, e comunque senza coordinamento.

Da qui l'idea di costruire una rete che permetta di realizzare sinergie e coordinare le varie iniziative al fine di incrementare l'efficacia degli interventi dei singoli enti. Il testo dell'accordo, che è stato abbozzato dall'assessorato alla Mobilità e condiviso con gli altri attori fino alla stesura finale, verrà sottoscritto il 28/2.

Gli obiettivi dell' Accordo di Rete riguardano:
1. la collaborazione con i soggetti che aderiscono alla Rete per la diffusione e lo scambio di materiale didattico e informativo sulla mobilità sostenibile e la salute;
2. la conoscenza e la diffusione tra gli Istituti delle attività didattiche sulla mobilità sostenibile e sulla salute, da inserire nei P.O.F. d' Istituto;
3. la formazione e l'aggiornamento del personale scolastico sui temi della mobilità sostenibile e della salute
4. la gestione pratica degli aspetti di cui ai punti precedenti compresa la produzione di materiale divulgativo;
5. la promozione dell'educazione stradale nelle scuole
6. la promozione del piedibus quale strumento utile a sviluppare comportamenti idonei all'educazione e alla pratica della mobilità sostenibile e alla salute, in particolare negli studi dei pediatri, presso i quali i genitori possono trovare materiale educativo e informativo sulle iniziative nei singoli quartieri;
7. lo stimolo all'assunzione di un ruolo attivo sul fronte della mobilità sostenibile e della salute da parte dei genitori e del personale della scuola, ivi compresi gli alunni.

Alla rete parteciperanno: il Comune di Bergamo, l'Asl di Bergamo, l'associazione Pediatri Di Gruppo di Bergamo, Ust (Ufficio scolastico territoriale) di Bergamo e gli Istituti comprensivi della città.

a.ceresoli

© riproduzione riservata