Venerdì 08 Marzo 2013

L'omicidio di via Correnti
Alle 12 si saprà chi è l'assassino

Importanti novità sull'omicidio Stefan Catalin Burcuta, il romeno di 37 anni ucciso sabato scorso al distributore Q8 di via Correnti a Bergamo. Alle ore 12 in Questura si terrà una conferenza stampa per l'arresto dell'autore del macabro fatto avvenuto nella tarda serata del 2 marzo.

In questi giorni fondamentali sono stati i filmati recuperati dalle telecamere della zona. In via Correnti da sempre, davanti al distributore in cui è stato ucciso il romeno, si prostituiscono ragazze di colore. Da qualche tempo, però, si vedono anche ragazze albanesi. Non sono molte, ma gli automobilisti che passano davanti al distributore per andare in Valseriana le hanno notate. Finora questo non ha creato problemi nel giro dei protettori. La pista più accreditata, quindi, per l'omicidio di Burcuta è quella della lite con la lucciola, che si sarebbe rivolta ai suoi protettori per dare una lezione ai due uomini che l'avevano picchiata per riavere i loro soldi. Certo, però, l'omicidio appare una reazione spropositata: non sarebbe bastato minacciare i due romeni e cacciarli via?

Stefan non era solo ma in compagnia di suo cognato: erano disarmati e anche un po' brilli. La conferenza stampa farà chiarezza su quanto è successo e sul perchè l'assassino ha ucciso con una coltellata il 37enne, ferendo il parente.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata