Martedì 02 Aprile 2013

Palpeggiamenti verso studenti
Doppia condanna per 42enne

Due condanne nel giro di poco tempo, per abusi sessuali del tutto identici tra loro, solo commessi in tempi e luoghi differenti: questa volta in una scuola superiore della Val Seriana, nel 2009, e a un anno e mezzo di reclusione (la precedente era di un anno e quattro mesi). Protagonista un tecnico di laboratorio di 42 anni, originario della provincia di Bari: in entrambi i casi, non avendo condanne già definitive e risultando quindi formalmente incensurato, ha ottenuto il beneficio della sospensione condizionale della pena.

Appena di pochi giorni fa era infatti la notizia di palpeggiamenti da lui fatti ai danni di otto studenti di un istituto superiore di Bergamo, di età compresa tra i quindici e i sedici anni: si trattava di episodi avvenuti tutti tra ottobre e novembre del 2006, dopo di che l'insegnante era stato allontanato dalla scuola e contro di lui era partita la denuncia.

Il quarantaduenne non aveva rinunciato però al «vizio» di allungare le mani verso gli studenti: contro di lui infatti, tre anni dopo, nel 2009, era arrivata in Procura una seconda denuncia. Questa volta a presentarla era stata una scuola superiore della Val Seriana, in cui erano avvenuti episodi analoghi a quelli denunciati a suo tempo dal preside dell'altra scuola.

Di fatto quello relativo ai fatti più recenti è arrivato a sentenza al termine del dibattimento davanti al Collegio, mentre quello relativo agli episodi del 2006 si è fermato all'udienza preliminare: il primo al momento è in attesa dell'Appello.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 3 aprile

fa.tinaglia

© riproduzione riservata