Mercoledì 17 Aprile 2013

Giovedì sarà caldo record: 27°
Venerdì brusco stop alla primavera

«Quasi Estate fino a venerdì poi temporali e tracollo delle temperature». Lo dice in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera. L'apice di questa prima ondata quasi estiva verrà raggiunto giovedì quando si attende un ulteriore aumento termico: «Al Nord e sulle interne del Centro le temperature potranno raggiungere i 25/27°C, in pratica valori da inizio giugno».

Da venerdì torna il brutto tempo. Arriverà una perturbazione e porterà temporali ad iniziare dalle regioni settentrionali; i fenomeni saranno più intensi tra Piemonte, Lombardia, Emilia occidentale.

«L'aria fredda contrasterà con quella più calda preesistente; si formerà un vortice di bassa pressione che attraverserà tutta la Penisola da Nord verso Sud», prosegue l'esperto. Sabato piogge e rovesci si stenderanno al Centro; domenica instabile ovunque, con fenomeni più probabili al Centro Sud e sul Nord Est. Le temperature subiranno un sensibile calo, anche di 6/8°C. Verrà richiamata aria fredda dal Nord Atlantico e l'ondata di caldo primaverile batterà in ritirata. La neve tornerà a imbiancate le Alpi sopra i 1000 m.

«Dalla maniche di camicia saremo nuovamente costretti ad indossare il giubbotto», prosegue il meteorologo. Secondo Francesco Nucera la seconda parte di aprile sarà all'insegna degli sbalzi termici. «Questo tempo a montagne russe contrassegnato da un'alternanza di periodi miti a quelli più freschi è dovuto all'anticiclone delle Azzorre, ancora piuttosto timido, che consentirà alle correnti fresche dal Nord Atlantico di raggiungere con facilità il Mediterraneo. Per il 25 dovrebbe andare meglio», conclude il meteorologo.

a.ceresoli

© riproduzione riservata