Giovedì 18 Aprile 2013

A Mariano una goccia di sangue
È la reliquia di Giovanni Paolo II

Comincia una serie di appuntamenti significativi per la comunità di San Lorenzo martire di Mariano al Brembo, a Dalmine: arriveranno venerdì le reliquie del Beato Giovanni Paolo II, che saranno ospitate nel Santuario della Vergine Addolorata.

Lunedì ricorrerà poi l'anniversario della consacrazione del santuario, avvenuta un anno fa con la Messa presieduta dal vescovo Francesco Beschi, che sarà ricordata alle 20,30 con la Messa presieduta da monsignor Vittorio Nozza, vicario episcopale per la pastorale.

Anche l'anno scorso la chiesa aveva ospitato le reliquie poco dopo la sua dedicazione, ma quest'anno la coincidenza rende ancora più importante l'appuntamento. Venerdì alle 20,30, al santuario verrà dato il via al periodo di permanenza delle reliquie nella parrocchia con una Messa di accoglienza.

Prima, nel pomeriggio, faranno tappa alla fraternità francescana del monastero di Maria Immacolata di Montello e martedì ripartiranno per la parrocchia di Marne. Le reliquie provengono da Lublino, in Polonia, e sono dono personale del cardinale di Cracovia, Stanislao Dziwisz, a monsignor Marian Stasiak, collega di insegnamento di Giovanni Paolo II quando era docente all'università di Lublino.

Il legame di monsignor Stasiak con Mariano ha consentito l'arrivo delle reliquie per il secondo anno consecutivo. Si tratta di una goccia di sangue di questo Papa e teologicamente è definita come reliquia di primo grado.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 18 aprile

r.clemente

© riproduzione riservata