Giovedì 18 Aprile 2013

Giovani a caccia di un lavoro
Alcuni consigli per il curriculum

Sono sempre molti i giovani alla ricerca di un'occupazione: lo conferma la partecipazione al «Career day» dell'Università degli Studi di Bergamo, organizzato dall'Ufficio Orientamento, stage and placement Unibg e dal Gruppo Support HR Solutions all'interno di Unibergamorete, registrando un'adesione di circa 850 tra studenti, laureandi e laureati.

La giornata è stata un'occasione in cui i giovani hanno potuto incontrare le aziende più significative del territorio provinciale e nazionale: 3V Sigma, Brembo, Credito bergamasco, Ernst&Young, Esselunga, Agenzia Generale di Bergamo di Fata Assicurazioni Danni spa, Gewiss, Italialavoro, IMS Deltamatic, Job Advisor, KIKO, Minitalia Leolandia, Qintesi, Tenaris, Tesmec, TXT e Ubi Banca.

Dopo solo un'ora i curriculum consegnati erano già un centinaio. Quello gli operatori hanno notato mancare un po' in alcuni giovani è la motivazione, l'intraprendenza e l'avere delle aspirazioni. Inoltre quando si parla di selezione del personale, il cv conta relativamente: è l'insieme di esperienze, motivazioni e presenza che determina la scelta di un candidato.

Le aziende ricevono moltissime richieste. È il caso, per esempio, di Minitalia Leolandia: «Da settembre ad oggi con i nostri canali abbiamo ricevuto più di tremila curriculum – spiega Stefania Morgandi, referente risorse umane e formazione –: cerchiamo due profili, per stage e stagionali. Un consiglio per un buon curriculum? Essere dettagliati nello specificare le esperienze maturate, anche se esulano dal percorso di studi e dare rilevanza ai propri interessi, elemento che spesso non viene citato, perché permettono di inquadrare meglio la persona»

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo del 18 aprile

r.clemente

© riproduzione riservata