Lunedì 29 Aprile 2013

Elezioni: in lizza vip e «riciclati»
C'è Virginia, alias Viola Valentino

Al mare preferiscono la montagna questi pirati. Da anni puntano ai piccoli Comuni, con scorribande da Averara a Blello, da Mezzoldo a Parzanica, arrivando fino ad Aviatico e Piazzolo. Discendono da «No euro», traghettano da pirateparty.it, strizzando l'occhio, infine, ai riferimenti grillini (senza aver nulla a che fare col Movimento 5 Stelle), specialisti delle liste civetta.

Gli inventori del genere sarebbero Marco Marsili, Max Loda e Massimiliano Foti, considerati, alle scorse Politiche (dove erano tutti e tre candidati), gli autori delle «finte» liste di Ingroia, (Beppe) Grillo e partito hacker, depositate al Viminale e poi diffidate.

Il trio non è nuovo alla Bergamasca, dove si è spesso candidato, prediligendo, appunto, i Comuni d'alta quota. L'unico eletto è Max Loda, attuale consigliere d'opposizione di Aviatico. Il professore di biologia, classe 1976, residente a Milano, questa volta corre da sindaco, sfoderando una lista dove c'è di tutto e di più.

Oltre al figlio Emanuele Maltoni (nel 2012, a 18 anni, candidato a Parzanica) compare anche Virginia Minnetti. Il candidato potrebbe passare inosservato ai non addetti ai lavori, ma i beni informati sanno che è il nome di battesimo di Viola Valentino, già cantante e fotomodella, alla ribalta negli anni Ottanta, e ora residente a Milano con Balou, uno splendido border collie di 14 anni. Anche lei, Viola Valentino, una di famiglia. Non solo perché è una «pirata» della prima ora, ma anche perché moglie dello stesso Marsili.

Leggi di più su L'Eco di lunedì 29 aprile

m.sanfilippo

© riproduzione riservata