Lunedì 29 Aprile 2013

Riaperto lunedì l'asse interurbano
Da martedì il limite è di 90 km/h

Sorpresa positiva, dopo lunghi giorni di passione, lunedì  mattina per gli automobilisti che transitavano sull'Asse interurbano, tra Treviolo e la galleria San Roberto: la strada è tornata alle sue due corsie per senso di marcia, e col fondo perfettamente liscio.

Il cantiere è dunque ufficialmente concluso, e da martedì 30 aprile nel tratto oggetto dei lavori, dove causa crateri vigeva il 50 all'ora, i limiti di velocità risalgono: dallo svincolo per la Villa d'Almè-Dalmine fino sostanzialmente a Terno, all'imbocco della galleria Giovanni XXIII, si viaggia fino a 90 all'ora. Idem per il ritorno. L'ordinanza della Provincia ritocca anche il limite nella galleria di Terno (non interessata dal cantiere appena concluso), portandolo a 70 all'ora in direzione Isola (prima era a 50), per dare uniformità a tutto il tratto. Sarà Via Tasso stessa a curare la sistemazione della segnaletica.

Ora decorrono i sei mesi per i collaudi, per vedere che i lavori siano stati fatti a regola d'arte. L'autovelox, spento all'avvio del cantiere, come annunciato non verrà più utilizzato, nemmeno su altre strade della Provincia.

L'Anas, dal canto suo, in un comunicato sottolinea di aver, «in stretta collaborazione con l'amministrazione provinciale di Bergamo, impresso forte impulso all'impresa in ciascuna fase dei lavori, per una più celere conclusione dell'intero intervento. L'impresa appaltatrice – sotto l'alta vigilanza dell'Anas – ha intensificato le ore di attività lavorative in cantiere soprattutto nell'ultimo periodo e operato contestualmente su due corsie di marcia (una in direzione di Lecco e l'altra di Bergamo)».

Per l'asse in arrivo dovrebbe esserci prossimamente anche un altro cantiere: anche la Provincia intende infatti procedere all'asfaltatura del segmento successivo, più «anziano», quello tra gli svincoli del nuovo ospedale e della Dalmine-Villa d'Almè. I lavori, in questo caso, potranno essere effettuati in notturna.

Questa l'ordinanza in vigore:
Ordinanza n. 144/2013
Vista la comunicazione del 29 aprile 2013 di Anas spa, preso atto che sono stati ultimati i lavori di pavimentazione stradale e relativa segnaletica orizzontale che hanno messo in sicurezza il tratto stradale in oggetto, il settore Viabilità della Provincia di Bergamo ha revocato l'ordinanza n. 196 del 18 maggio 2011 e la n. 18 del 16 gennaio 2013 e istituito i seguenti limiti di velocità lungo la ex Ss 342 "Asse interurbano", nel tratto ricompresso tra le progressive Km. 0+000 - km. 4+700 (strada a carreggiate indipendenti), nei comuni di Curno, Treviolo e Bonate, a partire da martedì 30 aprile 2013.

Direzione di marcia Curno - Bonate Sopra - Mapello:
dal km. 0+000 al km. 4+170 limite di velocità di 90 km/h
dal km. 4+170 al km. 6+800 limite di velocità di 70 km/h

Direzione di marcia Mapello - Bonate - Curno - Bergamo:
dal km. 4+700 - al km. 0+000 limite di velocità di 90 km /h

Rimane confermato il limite di 50 Km/h dal km. 6+800 al km. 7+200 (innesto con la ex Ss 342 Briantea) a Mapello.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata