Venerdì 03 Maggio 2013

L'infarto al centro massaggi
Ci sono anche tre indagati

Si è sentito male mentre si trovava all'interno di un centro massaggi di via Corridoni. Un infarto che, nel pomeriggio del Primo maggio, non ha lasciato scampo a un pensionato di 74 anni residente in città.

L'anziano è morto nel giro di pochi minuti e a nulla sono valsi i tentativi di rianimazione da parte del personale del 118. Sul posto sono poi intervenute anche le Volanti della questura e la polizia scientifica per ricostruire nei dettagli l'accaduto.

Non vi sarebbe alcun dubbio sulle cause della morte per malore ma, per ulteriore precauzione, il magistrato di turno ha disposto l'autopsia sulla salma del settantaquattrenne e, per lo stesso motivo precauzionale, sono stati iscritti nel registro degli indagati tre immigrati di origine cinese che si trovavano all'interno del centro benessere quando si è verificato il malore fatale.

Si tratta comunque di un atto dovuto, per consentire eventualmente agli indagati di nominare un proprio perito di parte e difendersi dalle accuse che potrebbero essere loro mosse.

Tutto è cominciato attorno alle 17,30, quando il pensionato, che era sdraiato su uno dei lettini del centro benessere, ha accusato il malore. Immediato l'allarme e i soccorsi, purtroppo vani. Alcuni residenti della zona hanno notato, mentre arrivavano i mezzi del 118, che alcune cinesi dipendenti del centro benessere si erano allontanate in tutta fretta.

La polizia, ricostruito l'accaduto, ne ha rintracciate in zona cinque (alcune vivono proprio di fronte), che sono state portate in questura e ascoltate come testimoni dell'accaduto. Terminati i rilievi della Scientifica, la salma del pensionato è stata portata al cimitero dove, nelle prossime ore, verrà eseguita l'autopsia.

a.ceresoli

© riproduzione riservata