Sabato 18 Maggio 2013

Foresto dedica il campo di calcio
a capitan Freti, morto nel 2012

Il campo sportivo comunale di Foresto Sparso sarà intitolato a Matteo Freti, bandiera e bomber della squadra, vittima a 28 anni – il 22 novembre 2012 – di un incidente all'interno dell'azienda florovivaistica di famiglia in via San Giuseppe. Il camion che aveva appena parcheggiato in leggera discesa, muovendosi lo aveva schiacciato prima di fermarsi contro un muro.

Una disgrazia che ha lasciato nel lutto la moglie Federica Lanza, il piccolo Andrea di tre anni, i genitori, i familiari, i tantissimi amici e il paese intero. A distanza di sei mesi, Foresto Sparso non ha dimenticato quella morte assurda. Già all'indomani della tragedia, un coro unanime aveva richiesto questa intitolazione.

Dopo il completamento di tutte le pratiche burocratiche, il Consiglio comunale ha così all'unanimità aderito alla richiesta della Polisportiva e della società Foresto Calcio - militante nel girone D di Promozione - nella quale Matteo Freti era stato giocatore per sette anni rivestendo per cinque i gradi di capitano, di intitolare l'impianto sportivo comunale, al loro «centravanti» che si è sempre distinto per lealtà e determinazione.

«L'esempio che Matteo ha dato a tutti e in modo particolare ai giovani - dice il sindaco Gennaro Bellini -, va ben oltre l'ambito calcistico, che lo ha visto protagonista per tanti anni. La sua morte ha lasciato un vuoto non solo nella sua famiglia, ma in tutta la comunità». La cerimonia d'intitolazione si terrà domenica mattina.

Leggi di più su L'Eco di sabato 18 maggio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata