Venerdì 24 Maggio 2013

Donna coinvolta in un incidente
Libico ne approfitta, via la borsa

Aveva rubato la borsa dall'auto di una signora approfittando del fatto che la donna fosse impegnata a fornire le proprie generalità perché rimasta coinvolta in un incidente. Ma quell'uomo con borsetta non è passato inosservato a una pattuglia di vigili.

Gli agenti della polizia locale, durante i servizi di presidio del territorio nei pressi della stazione Autolinee, hanno fermato in via Bono l'immigrato che, con fare agitato e sospetto, girava con una borsa da donna griffata.

Alla vista degli agenti ha tentato di darsi alla fuga, ma è stato acciuffato. Trent'anni, libico e senza fissa dimora, aveva visto il veicolo coinvolto in un incidente e lasciato aperto dalla conducente.

La vittima del furto stava fornendo i suoi dati per i rilievi all'unità incidenti della polizia locale. Il libico, approfittando dello stato confusionale della donna e della sua momentanea assenza, si era impossessato di un ingente bottino, consistente in tre portafogli di marca, occhiali griffati, libretti d'assegni, passaporti e carte di identità, carte di credito e bracciali in oro.

Fermato dagli agenti, l'immigrato, privo di documenti, è stato accompagnato in Questura per le pratiche di identificazione e fotosegnalamento.

Alla fine, sentita la Procura della Repubblica, l'uomo è stato denunciato in stato di libertà per il reato di furto aggravato: la refurtiva è immediatamente riconsegnata alla proprietaria.

r.clemente

© riproduzione riservata