Lunedì 27 Maggio 2013

Abusi: il maestro di Palosco
è stato condannato a 10 anni

Dieci anni di carcere. È la sentenza per il maestro elementare di Palosco accusato di abusi sessuali ai danni di 9 allievi, dagli 8 ai 13 anni. Nel corso dell'udienza di lunedì 27 maggio la richiesta del pubblico ministero era stata di 14 anni. Per il maestro anche interdizione perpetua dai pubblici uffici e da tutti gli incarichi che lo possano mettere a contatto con minori.

Anche questa volta il maestro era assente. A metà maggio la sentenza era slittata perché l'uomo era ricoverato in ospedale: poi una perizia aveva confermato che la cardiopatia di cui soffre è seria, ma non tale da impedire la partecipazione alle udienze.

All'ultima udienza, lunedì mattina, l'imputato ha fatto pervenire una lettera nella quale ha ammess la violenza ai danni di due ragazzini, adducendo peraltro come scusa il fatto di essere stato lui stesso, in gioventù, vittima di abusi.

Ha anche offerto alle famiglie dei due ragazzi un risarcimento rispettivamente di 10 e 20 mila euro. Grazie al fatto di aver scelto il rito abbreviato, il maestro ha ottenuto uno sconto di un terzo della pena. In coso contrario, il pm avrebbe chiesto 21 anni e non 14.

Il maestro doveva rispondere degli abusi con una serie di aggravanti: l'aver agito a danno di bambini con meno di 10 anni e l'aver commesso i fatti all'interno della scuola da loro frequentata, abusando dei poteri e violando i doveri inerenti a un pubblico servizio.

I presunti abusi avvenivano nei locali della scuola elementare di Palosco. L'insegnante era stato arrestato in flagranza, filmato con una telecamera appositamente posizionata dai carabinieri nei locali dove, in base alla denuncia di una delle vittime, si consumavano le violenze.

r.clemente

© riproduzione riservata