Lunedì 03 Giugno 2013

Chiesa gremita e grande dolore
Riva di Solto ha salutato Davide

Un fiume di persone e un fiume di lacrime. Grande dolore a Riva di Solto nel giorno dei funerali di Davide Bettoni, 32 anni, vittima nella tarda serata di venerdì di un terribile incidente stradale a Ranzanico.

Davide era molto conosciuto nella zona e molto amato, per il suo carattere e per la sua attenzione nei confronti del prossimo. Tantissime le persone che lo hanno voluto salutare, tantissime le persone che hanno partecipato alle esequie funebri. La bara chiara stracolma di rose bianche è stata portata in spalla dai suoi amici dalla casa dove abitavano i genitori, in via Ronchi, fino alla chiesa parrocchiale di San Nicola, gremita di persone. Gli amici hanno percorso a piedi, seguiti da un lungo corteo, la strada che costeggia il lago, tanto amato da Davide.

Grande commozione in chiesa, il funerale è stato celebrato dal parroco don Luigi Nodari e dal curato di Lovere don Laffranchini. Don Luigi più volte si è rifatto a Papa Francesco, citando le sue parole, «la tenerezza di Dio» e l'importanza della preghiera per affrontare il dolore. Il sacerdote ha parlato anche dell'Aldilà, luogo di «bontà e misericordia», portando conforto alle tante persone commosse in chiesa, in particolare alla madre di Davide, molto provata dalla perdita del figlio.

Sull'altare è anche salita una cara amica del ragazzo che ha letto la canzone di Vasco Rossi «Gli angeli», amata dal 32enne, concludendo così il suo intervento: «Davide, anche tu sei un angelo: dacci un occhio da lassù».
La bara è stata poi portata sempre in spalla dagli amici fino al cimitero del paese che si trova un po' in altura, da dove è possibile vedere Montisola e il lago, da lui amatissimi.

Nel frattempo vanno avanti le indagini sull'incidente che hanno portato alla tragica morte di Davide Bettoni. Secondo le prime ricostruzioni attorno alle 22 di venerdì l'auto di Davide, una Volkswagen Golf Gti, viaggiava in direzione nord, da Bergamo verso Lovere. Su un rettilineo nei pressi di Ranzanico il giovane avrebbe sorpassato una Ford Fiesta, con a bordo due ragazzi di 22 e 23 anni di Casnigo.

All'improvviso lo scontro. I due veicoli si sono urtati. La Golf nell'impatto è sbalzata a sinistra, ha invaso la corsia opposta e si è schiantata contro un grosso albero. Per la violenza dell'incidente l'automobile si è accartocciata e il motore è schizzato a una cinquantina di metri, travolgendo una centralina del gas. L'autista della Ford Fiesta invece ha perso il controllo del mezzo, che ha distrutto una decina di metri di guardrail in cemento e ha finito la sua corsa capovolgendosi nel lago.

Fortunatamente i due giovani, B. G. di 22 anni e M. I. di 23, sono riusciti a lasciare l'auto e a raggiungere la riva. Per loro solo lievi ferite e un fortissimo choc. Davide Bettoni invece è rimasto incastrato nell'abitacolo per alcuni minuti. Immediato l'arrivo dei soccorsi. Sul posto due automezzi dei vigili del fuoco di Lovere, il nucleo del soccorso Saf (speleo, alpino, fluviale) di Bergamo, specializzato nella ricerca di dispersi nel lago, il 118 da Lovere, un'automedica da Bergamo e tre pattuglie dei carabinieri di Sovere, Clusone e Casazza.

I vigili del fuoco in pochi minuti hanno liberato Davide dalle lamiere, sollevando il veicolo con un martinetto idraulico. Per quaranta minuti il medico e il personale del 118 hanno tentato di rianimare il giovane, purtroppo senza successo.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata