Gli anziani come in famiglia
Si inaugura «Casa Doris»

Accanto all'Oasi Gerico si inaugura la nuova Casa famiglia per anziani. La palazzina gialla, circondata da rose, è pronta per accogliere otto anziani, autosufficienti o non, in una camera singola o doppia, dotata di bagno privato.

Gli anziani come in famiglia Si inaugura «Casa Doris»

Accanto all'Oasi Gerico si inaugura la nuova Casa famiglia per anziani. La palazzina gialla, circondata da rose, è pronta per accogliere otto anziani, autosufficienti o non, in una camera singola o doppia, dotata di bagno privato.

Sarà intitolata a Doris, la più giovane ospite persa dalla comunità per i malati di Aids fondata dal medico bergamasco Paola Rocca. Una ragazza nigeriana con una storia di violenze e maltrattamenti, morta ventenne, che in Paola aveva trovato una seconda mamma.

«Casa Doris» è un altro «mattone» di quella solidarietà che Paola ha portato oltre confine, in Tanzania dove ha costruito laboratori e continuato la sua opera di cura delle persone sieropositiove, ma sempre con il cuore in città.

Affiancata dal direttore di Oasi Gerico Cristina Sorio, dal vicedirettore Ivan Albergoni, dagli operatori e dai volontari, questa volta spalanca le sue porte agli anziani. L'occasione per inaugurare la nuova struttura è la tradizionale Festa del Ringraziamento, sabato dalle 16 in via Conventino 9, con la Messa celebrata alle 17.

Tutto su L'Eco di Bergamo dell'8 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA