Lunedì 24 Giugno 2013

Recuperata Iva evasa per 32 milioni
Ecco l'attività della Gdf di Bergamo

Lotta all'evasione fiscale e agli abusi fiscali per la Guardia di Finanza di Bergamo: quest'anno ricorre il 239° Anniversario della Fondazione delle Fiamme Gialle e il Comando Provinciale, in linea con quanto disposto dall'Autorità di Governo e dalle Superiori Gerarchie, celebra l'avvenimento con una breve cerimonia interna lunedì 24 giugno nel Comando Provinciale di via dei Partigiani.

Dall'inizio dell'anno, l'azione delle Fiamme Gialle bergamasche è stata orientata prioritariamente verso i fenomeni di evasione fiscale più grave e anche al concreto recupero delle risorse illecitamente sottratte all'Erari. «Parallelamente all'impegno nella lotta all'evasione fiscale - fanno il punto dalla Guardia di Finanza di Bergamo -, è stata ulteriormente intensificata l'azione a tutela delle uscite dal bilancio pubblico, coerentemente con le esigenze di contenimento della spesa e dei processi di spending review, cercando di individuare e prevenire sprechi e malversazioni nonché di salvaguardare gli standard dei servizi pubblici offerti».

Quindi, l'attività dei Reparti dipendenti (Nucleo di Polizia Tributaria di Bergamo, Gruppo di Bergamo, Compagnie di Treviglio e di Orio al Serio, Tenenza di Clusone e Brigate di Sarnico e di Costa Volpino) si è sviluppata principalmente nella lotta all'evasione ed all'elusione fiscale e nel contrasto alle varie forme di criminalità economica. In particolare, nei primi 5 mesi del 2013, al numero di pubblica utilità «117» sono pervenute 182 telefonate con un incremento percentuale pari al 23% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Nella lotta all'evasione fiscale è stato accertato un imponibile sottratto a tassazione per oltre 124 milioni di euro con una violazione all'Iva per 32,7 milioni di euro. In materia di scontrini/ricevute fiscali sono stati eseguiti 1380 controlli e riscontrate 410 irregolarità, con una percentuale di circa il 30%. Per tali violazioni sono state inoltrate 27 proposte di chiusura per altrettante attività commerciali.

Sono stati sequestrati 213 chili di sostanze stupefacenti ed arrestati 20 responsabili. Si è proceduto, altresì, alla denuncia di 119 persone, di cui 13 tratte in arresto, per reati contro la Pubblica Amministrazione ed altre violazioni penali.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata