Venerdì 28 Giugno 2013

Container ai raggi X: 11 arresti
C'erano auto, moto ed... elicotteri

Rubavano automobili e motociclette di grossa cilindrata in tutto il Nord Italia, ma non disdegnavano, se capitava l'occasione, anche pannelli fotovoltaici e macchinari vari. Undici persone sono state arrestate dalla polizia stradale di Bergamo e Genova.

A smascherare la banda la polizia stradale è arrivata grazie alle radiografie fatte ad alcuni container che, partendo dalla Lombardia e passando dai porti genovesi, raggiungevano Dakar, in Senegal. Fra gli arrestati per i furti di auto e moto anche un maresciallo dell'esercito di stanza al reparto Aves Aquila di Orio: 47 anni, residente a Osio Sotto, avrebbe smontato pezzi di elicottero, appoggiandosi poi all'organizzazione per la spedizione.

La Stradale ha scoperto che i container venivano riempiti in due parcheggi di Zingonia, dove giovedì è scattato il blitz degli agenti, e che parte del bottino proveniva dalla Bassa bergamasca.

Le 11 ordinanze di custodia cautelare (una ai domiciliari) sono state emesse dall'autorità giudiziaria di Genova al termine di mesi di indagini. Oltre al maresciallo arrestati altri due bergamaschi, uno di 45 e l'altro di 25 anni residenti entrambi a Verdellino. In manette anche un senegalese 37enne residente a Zingonia. Altri tre senegalesi che bazzicavano la Bergamasca sono ricercati. In totale eseguite 16 perquisizioni.

Erano 27 le auto di altissima gamma (Bmw ma anche Ferrari) che stavano per sparire oltre nel Corno d'Africa. L'accusa per tutti i coinvolti, a vario titolo, è di riciclaggio e ricettazione di veicoli rubati a fini d'esportazione.

r.clemente

© riproduzione riservata