Giovedì 11 Luglio 2013

Tragico gioco con tuffo nel canale
Muore un ragazzo di 17 anni

Un ragazzo di 17 anni è morto annegato nel canale fra Fara e Cassano. Ancora una volta l'Adda ha preteso il tributo di una giovane vita: domenica aveva inghiottito quella di Anna Tatu, 14 anni.

Questa volta tutto è successo per un tragico gioco. Quello che praticano molti ragazzi della zona: da una passerella si lanciano nel canale dell'Italgen. Poi si fanno trascinare dalla corrente per circa 40 metri, fino a un albero sradicato. Qui si aggrappano e tornano a riva.

Ma Tony Calice, 17enne di Bussero (Milano), originario di Santo Domingo, quando è caduto in acqua ha cominciato a sentirsi male. Ha detto qualcosa tipo «non sto bene» all'amico che si era lanciato con lui. Arrivato all'albero, il 17enne ha mancato la presa.

Tre ragazzi, due dei quali residenti Fara, si sono lanciati in suo soccorso: si sono però accorti di non riuscire a farcela. Due sono tornati a riva da soli, il terzo solo grazie a un salvagente che qualcuno gli ha lanciato.

Poi uno di loro, con un salvagente tenuto da riva con una fune, ha cercato di raggiungere l'amico in difficoltà. Ma ha dovuto desistere: la corrente l'aveva ormai portato lontano.

Le ricerche sono scattate poco dopo le 16. Sul posto è arrivato l'elicottero del 118 di Bergamo, poi i sommozzatori, i carabinieri di Fara e Capriate, i volontari. Intorno alle 18 il corpo senza vita del ragazzo è stato ripescato più a valle. Era rimasto incagliato fra i rami di un isolotrto.

r.clemente

© riproduzione riservata