Giovedì 01 Agosto 2013

Capitanio lascia il raviolificio
S. Bernardino: cambia la gestione

Da qualche settimana Simonetta Capitanio, titolare del mitico raviolificio di via San Bernardino alta, non la raccontava giusta. E i suoi amici del Borgo se n'erano accorti. Non si sentiva più nemmeno questionare vivacemente con i vigili per via di quella maledetta Ztl che faceva perdere clienti.

Poi, mercoledì mattina, l'annuncio a sorpresa: sarebbe stato l'ultimo giorno di attività targato Capitanio. Simonetta ha deciso di cedere l'attività, diventata per lei e per la sorella Renata troppo onerosa in termini di presenza fisica e di orario (dalle 7 alle 21), non essendo riuscita a trovare una banconista in gamba che potesse alleggerirle l'impegno.

Sembra un paradosso in un momento in cui ci si lamenta dell'alto tasso di disoccupazione, eppure in via San Bernardino, di fronte a via Greppi, è andata proprio così. Il negozio in cui trovare di tutto per la spesa, con pastificio annesso, è gestito da una famiglia siciliana che integrerà i prodotti di sempre con specialità tipiche come gli arancini di riso e i cannoli.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 1° agosto

r.clemente

© riproduzione riservata