Venerdì 02 Agosto 2013

Strade, rivoluzione a Caravaggio
Nuovo collegamento con Masano

Chiude la provinciale 130, o via Bariano, la strada che collega Caravaggio a Masano. Partiranno lunedì i lavori per la realizzazione della nuova viabilità di collegamento fra il capoluogo e la sua frazione, i cui centri abitati saranno divisi dal passaggio dell'autostrada Brebemi e della linea ferroviaria Av/Ac (alta velocità/alta capacità) detta anche Tav.

Proprio le due grandi infrastrutture taglieranno, a est della Cascina Reina e del campo volo Careas, la via Bariano che da lunedì diventerà per sempre una strada a fondo chiuso. E non solo: non potrà più essere percorsa da auto (fatta eccezione per i residenti). Intenzione del Comune è infatti trasformarla in una strada ciclopedonale. Dove terminerà la via Bariano finirà anche la grande roggia che attualmente la costeggia.

Il suo corso, fondamentale per esigenze irrigue, ovviamente non sarà chiuso, ma sarà deviato a nord e passerà sotto la Brebemi e la Tav grazie a un manufatto di cemento già chiaramente visibile. La notizia della definitiva chiusura della via Bariano è stata data dal sindaco di Caravaggio Giuseppe Prevedini durante un conferenza stampa convocata appositamente per spiegare come, per il passaggio della Brebemi e della Tav, in futuro cambierà radicalmente la viabilità fra Masano e Caravaggio.

Per spostarsi dal capoluogo alla frazione in alternativa della provinciale 130 si dovrà percorrere una nuova strada che attualmente è in fase di costruzione da parte di Cepav 2, il consorzio incaricato da Rfi (rete ferroviaria italiana) della realizzazione del tratto Treviglio-Brescia della Tav.

La nuova strada si staccherà dalla via Damiano Chiesa (più avanti chiamata via Caravaggio); passerà, grazie a un sottopasso stradale, sotto l'autostrada e la linea ferroviaria; ritornata in superficie, svolterà verso est e poi, stando a sud dell'abitato di Masano, proseguirà fino a ricollegarsi alla via Chiesa e poi, all'altezza della cascina Dossi, al tratto della provinciale 130 che rimarrà a nord di Brebemi e Tav. Questo tratto non chiuderà al traffico.

Leggi di più su L'Eco di venerdì 2 agosto

m.sanfilippo

© riproduzione riservata