Domenica 11 Agosto 2013

Martedì e mercoledì temporali
Torna l'estate più gradevole

Riparte l'Estate gradevole e senza eccessi. Lo dice il meteorologo di 3BMeteo.com Francesco Nucera: «Dopo il grande caldo torna l'Estate mediterranea. Tra martedì e mercoledì qualche temporale al Nord, ma per Ferragosto torna il sole ovunque».

Al via dunque una settimana estiva con temperature nella norma e con caldo moderato e gradevole. E dopo il soffocante abbraccio dell'anticiclone africano si torna a respirare. “Tutto merito della perturbazione spazza afa del week-end che, scivolando dalla Valle d'Aosta alla Calabria, ha aperto un nuovo periodo estivo decisamente più piacevole su gran parte d'Italia”, spiega Nucera.

Dimentichiamoci delle temperature canicolari. I venti in arrivo dall'Africa sono stati sostituiti da una massa d'aria relativamente più fresca che, sotto forma di tese correnti di Maestrale, ha portato il termometro verso il basso anche di 8/10 gradi rispetto ai valori raggiunti nei giorni scorsi.

“Vivremo una nuova settimana all'insegna della normalità estiva - prosegue Nucera di 3bmeteo -. Dopo le ultime incertezze al Sud e qualche acquazzone sulle Alpi, l'inizio della settimana sarà soleggiato ovunque e con clima gradevole”.

Si placa la corsa del vento al Sud. Tra martedì e mercoledì transiterà una veloce perturbazione al Nord che, marginalmente, interesserà anche il Centro; sarà bel tempo sul resto d'Italia. Il clima si farà più caldo ma senza eccessi.

A Ferragosto tutti sotto l'Anticiclone delle Azzorre: il tempo sarà nel complesso soleggiato se si esclude qualche isolato acquazzone limitato ai rilievi. Le temperature oscilleranno tra 29 e 33 gradi.

A un primo bilancio l'estate 2013, secondo Nucera, appare sui generis, “in controtendenza rispetto alle precedenti che sono state invece caratterizzate da interminabili sequenze di ondate di calore e siccità. Quest'anno l'Anticiclone africano è venuto a farci visita poche volte, mentre più spesso si è visto l'Anticiclone delle Azzorre. Ciò ha favorito anche l'inserimento di refoli freschi che hanno prodotto maggiori spunti piovosi”.

E il finale di stagione? “Un'alternanza tra periodi miti, a tratti anche caldi soprattutto al Sud, e momenti più instabili per affondi freschi dal Nord Europa”, conclude l'esperto.

r.clemente

© riproduzione riservata