Venerdì 23 Agosto 2013

Il «caro libri» non molla la presa
Per le famiglie spese fino a 1000€

La scuola è alle porte e per le famiglie è attesa una vera e propria stangata. Secondo le stime di Federconsumatori, i genitori sborseranno, tra libri e materiale scolastico, quasi mille euro. La voce che pesa maggiormente, come di consueto, sono i testi: +2,8% rispetto allo scorso anno – ma Codacons parla del +5% – per una spesa media di 521 euro (nel calcolo sono considerati anche due dizionari).

Per quanto riguarda penne, cartelle e diari, invece, si passa dai 488 euro del 2012 ai 499,5 di quest'anno, con un rincaro del 2,4%. Il prezzo di matite e quaderni non cambia, sale al contrario quello di zaini e astucci.

C'è poi l'ulteriore campanello d'allarme fatto suonare da genitori e associazioni dei consumatori, costretti a sopportare una spesa in aumento, alla quale è impossibile rinunciare. Con due aggravanti: dal primo settembre scompare l'articolo 5 del decreto che obbligava le scuole ad adottare solo libri per i quali gli editori si erano impegnati a mantenere invariato il contenuto per un quinquennio. Con il rischio, dunque, di variazioni più frequenti dei testi. In più il tetto di spesa per studente, che le scuole dovrebbero garantire, viene sforato ogni volta.

Nelle librerie ancora non c'è stata la corsa ai testi. Ci sarà, assicurano dai negozi, a partire da settimana prossima.

Leggi di più su L'Eco in edicola venerdì 23 agosto

a.ceresoli

© riproduzione riservata