Lunedì 02 Settembre 2013

Asilo nido e residenza per disabili
Redona: Filati Lastex, c'è l'accordo

Finalmente buone notizie per i residenti di Redona, e non solo per loro, che da anni attendono un asilo nido. Dopo un braccio di ferro durato anni, in Giunta è stato deliberato l'accordo tra il Comune e la cooperativa «La Fenice».

Sul terreno di proprietà comunale, dato in concessione per 30 anni alla cooperativa capofila «La Fenice» (c'è anche la cooperativa «La Chimera»), sorgeranno un asilo nido con 40 posti, una residenza per disabili con 10 posti e quattro alloggi «protetti» per disabili meno gravi.

Un progetto da 2,5 milioni che saranno pagati dalla cooperativa in cambio della concessione trentennale. Il Comune potrebbe concedere anche spazi per la realizzazione di una palestra-centro benessere utilizzabile pure da esterni.

Un progetto definitivo c'è già, a breve sarà presentato il progetto esecutivo, mentre per l'appalto ci vorranno 24 mesi. Ci sarà dunque da attendere un po', ma - come ha sottolineato l'assessore Danilo Minuti - «sarà soddisfatta la richiesta storica di un quartiere che non ha un asilo nido, come non lo ha Torre Boldone, che confina con Redona».

Un progetto fondamentale anche per l'assessore Leonio Callioni perché «attualmente ci sono 37 disabili in città che devono affidarsi a strutture fuori Bergamo, in questo modo l'emergenza si riduce un po', è un primo passo importante».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata