Giovedì 12 Settembre 2013

La cagnolina «Pici» vaga per casa
Aspetta che torni Eleonora

C'è un'altra creatura che aspetta Eleonora e non si capacita di non sentirla che sale su per le scale e poi entra in casa portando fretta, tanti racconti e il suo buon profumo. Stella è la cagnolina della dottoressa Cantamessa, un Parson Jack Russell di circa sei anni soprannominata «Pici», il musetto appuntito e gli occhi anche.

Vaga nella casa di Ely e guarda costantemente in su, scruta i volti di tante persone. Quelle conosciute come mamma Mariella, papà Mino e Luigi, quelle meno, quelle proprio per niente come i tanti giornalisti accolti come amici in casa Cantamessa. Ely amava gli animali quasi quanto le persone, a volte forse anche di più. Aveva visto i cuccioli di Parson Jack Russell dalla sua amica veterinaria Manuela Ceruti, che ha lo studio con la collega Linda Magitteri poco distante dal suo ambulatorio di piazza Cavour.

Se n'era innamorata, ne aveva voluto uno ed era arrivata Stella. Da allora, quando era a casa di mamma e papà, la cagnolina era l'ombra della dottoressa. Per questo «Pici» si guarda intorno smarrita e disorientata, aspettando che finalmente dalla porta invece di tanti sconosciuti arrivi lei. «Era affezionatissima a Stella - racconta Linda Magitteri -. E amava gli animali in genere. Quando veniva qui si fermava davanti alle gabbie di quelli malati, voleva sapere, diceva che noi facciamo un lavoro simile al suo ma più difficile, perché gli animali non parlano. Io penso davvero che non si possa capire l'umanità di Eleonora senza ricordare com'era tenera anche con gli animali, i più indifesi e teneri. Il primo essere che ho incontrato su per le scale quando sono andata ad abbracciare Mariella è stato Micioleo, il gatto che Ely aveva trovato e adottato».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata