Mercoledì 09 Ottobre 2013

Fate il pieno alla macchina:
la stangata è dietro l'angolo

Fate il pieno alla macchina, perché la stangata è dietro l'angolo. Il disegno di legge legato alla manovra che il Governo sta valutando per la correzione del deficit prevede un maxi aumento immediato delle accise sui carburanti.

Dalla data di entrata in vigore della manovra la benzina salirà di 6,5 centesimi al litro. L'aumento dal primo gennaio 2014 e fino al 31 gennaio 2015 sarà invece di 3,3 centesimi di euro al litro.

Il deficit, insomma, verrà come sempre trasferito nelle nostre tasche. Per la cronaca un aumento di 6,5 centesimi sul prezzo attuale di benzina e gasolio equivale a una crescita molto vicina al 4 per cento. Per chi pensa ancora in lire, 6,5 centesimi sono quasi 130 lire di aumento... al litro

I dettagli
Dal giorno successivo all'entrata in vigore del decreto e fino al 31 dicembre 2013, le aliquote di accisa su benzina, benzina con piombo e gasolio aumenteranno di 6,5 centesimi.

Dal 2014 saranno aumentate di 3,3 centesimi, fino al 31 gennaio 2015. Il gettito atteso da questa misura, secondo una relazione tecnica in possesso di Radiocor, è pari a 184,9 milioni nel 2013 e 906,6 milioni nel 2014. Insomma quasi un miliardo di euro (mille milioni) spillati ancora una volta dalle tasche degli automobilisti.

r.clemente

© riproduzione riservata