Domenica 03 Novembre 2013

Ghiaia, Brebemi cerca soluzioni
Manca un milione di metri cubi

Un milione di metri cubi. È questa la quantità di ghiaia che, al momento, manca all'appello per il completamento dell'autostrada Brebemi. E la preoccupazione di Bbm, il consorzio incaricato della costruzione dell'infrastruttura, sta salendo sempre di più.

Soprattutto perché la Regione ha recentemente stoppato una delle soluzioni che Bbm aveva individuato per recuperare almeno la metà del materiale mancante: l'ampliamento della cava di prestito di Cassano d'Adda che si trova in zona Cascina Cesarina, a poca distanza dal parco Roccolo di Treviglio.

La ghiaia mancante non serve però per la Brebemi, ormai quasi completata. È invece quella necessaria alla costruzione della variante di Liscate, cioè quell'infrastruttura, sempre in rilevato, che dovrà collegare la barriera della Brebemi di Liscate alla provinciale Rivoltana. Il problema va risolto in fretta, altrimenti Bbm non riuscirà a rispettare la scadenza, aprile 2014, di completamento dell'intera autostrada.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 3 novembre

r.clemente

© riproduzione riservata