Lunedì 04 Novembre 2013

Zingonia, atti vandalici e sporcizia
Rave, un centinaio di denunciati

Un'enorme distesa di ogni genere di rifiuti. Finestre, soffitti, mura spaccate e imbrattate. Un centinaio di denunciati dai carabinieri per invasione di proprietà privata (e due anche per furto). Dopo tre giorni di musica techno, alcol e droga è questo il risultato del raveparty «Witchtech» di Zingonia (Verdellino) che si è svolto, fra venerdì e domenica, nella ex azienda logistica Tnt, in corso Italia, occupata abusivamente.

Le decine di camper e auto parcheggiate sui piazzali esterni e nei capannoni dell'azienda, da tempo non in attività, se ne sono andate nel pomeriggio di ieri, intorno alle 16. La notte fra sabato e domenica è stata sicuramente quella che ha richiamato più partecipanti al raveparty. Difficile dire quante persone, alla fine, per tutta la sua durata, l'evento abbia richiamato a Zingonia (come noto non c'era un biglietto da acquistare per parteciparvi): sicuramente almeno fra le 2 mila e le 3 mila che si sono concesse qualsiasi trasgressione in libertà.

Domenica, su tutta la superficie dei piazzali esterni e dentro i capannoni della ex azienda logistica utilizzati come piste da ballo, c'era ogni genere di rifiuti misti a escrementi. Lo stesso si poteva vedere in corso Italia e anche in alcuni parcheggi vicini. Della pulizia della strada ci penserà il Comune. Della pulizia dentro l'azienda se ne dovrà preoccupare la sua proprietà (una immobiliare di Napoli) che dovrà anche fare la conta dei danni.

Un centinaio i giovani identificati dai carabinieir. I militari, domenica pomeriggio, intorno alle 17, hanno anche bloccato alcuni dei presunti organizzatori del raveparty: otto di loro, per non farsi identificare, a bordo dei loro furgoni e camper, hanno pensato bene di tentare di raggiungere, percorrendo in senso contrario la via degli Anedari, il sottopasso ferroviario in via Veneto, a Ciserano. Qui però sono stati prontamente bloccati da una pattuglia dei carabinieri di Zingonia alla quale sono poi subito corse in appoggio altre pattuglie. I mezzi fermati sono stati tutti perquisiti: al loro interno c'erano casse e altra strumentazione per la diffusione della musica; i loro occupanti sono stati identificati (saranno anche loro denunciati) e ovviamente multati per l'infrazione stradale compiuta. Due partecipanti al raveparty sabato sono stati anche denunciati per furto in concorso: si tratta di un ventisettenne del Burundi e di un sedicenne tunisino, entrambi residenti a Cremona, che sono stati colti a rubare generi alimentari al supermercato «In's» di Zingonia.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 4 novembre

fa.tinaglia

© riproduzione riservata