Martedì 05 Novembre 2013

Rave party: 350 denunciati
Il numero potrebbe salire ancora

Sono 350 i giovani partecipanti al rave-party di Zingonia denunciati dai carabinieri della locale stazione per invasione di proprietà privata e danneggiamenti. Martedì 5 novembre gli atti saranno consegnati in Procura.

Il numero è molto superiore a quello (circa un centinaio) che circolava domenica pomeriggio dopo la conclusione del rave party, denominato «Wichtech» e svoltosi nei capannoni della ex azienda logistica Tnt, in via degli Anedari. Ma le denunce potrebbero anche aumentare e salire a 550.

Il motivo è che i militari non avevano ancora messo insieme tutti i dati raccolti dalle varie pattuglie che, da venerdì mattina fino a domenica pomeriggio, sono state presenti all'incrocio fra corso Italia e via degli Anedari: qui, a mano a mano che arrivavano o che lasciavano il rave-party, hanno fermato e identificato molti dei partecipanti all'evento.

Fra i 350 denunciati, 18 sono minorenni; una quindicina sono gli stranieri provenienti da Spagna, Francia, Romania, Austria e uno dall'Inghilterra. A questi vanno poi aggiunti un 27enne del Burundi e un 16enne tunisino, entrambi residenti a Cremona, denunciati per un furto al supermercato In's di Zingonia; dovrà invece rispondere di lesioni il ventenne di Roma che con la sua auto, durante il rave-party, ha abbattuto un soppalco sui cui stava suonando un deejay rimasto ferito alla testa.

Leggi di più su L'Eco di martedì 5 novembre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata