Mercoledì 06 Maggio 2009

La sottoscrizione Caritas - L'Eco
Da un privato cinquantamila euro

A un mese dal tremendo sisma che ha colpito l'Abruzzo continua la sottoscrizione promossa da L'Eco di Bergamo e la Caritas diocesana per le necessità della popolazione terremotata. Superata abbondantemente nei giorni scorsi la soglia del milione di euro, a testimonianza della grande senso umanitario dei bergamaschi, le donazioni continuano ancora agli sportelli della Caritas in via Conventino oppure all'ufficio abbonamenti del nostro giornale in viale Papa Giovanni XXVIII.

Una raccolta che testimonia il solido tessuto sociale dei bergamaschi che hanno scelto di muoversi per sostanziare una cordata umanitaria e fronteggiare così l'emergenza a L'Aquila e dintorni. Proprio oggi a L'Eco di Bergamo un privato cittadino ha consegnato agli incaricati la somma di 50.000 euro. Un cifra che si aggancia alla solidarietà delle 390 parrocchie delle Diocesi, che dopo l'appello della Cei a un gesto concreto a favore dell'Abruzzo, hanno sostanziato la sottoscrizione.

Alle offerte che ancora in questi giorni permettono di gonfiare l'ammontare complessivo delle sottoscrizioni in contanti e assegni si aggiungono quelle attivate mediante bonifici bancari e postali. Resta infatti aperta la possibilità del bonifico bancario a favore della Caritas diocesana bergamasca con la causale ?Terremoto Abruzzo? attraverso il codice IBAN IT40 O 03336 11105 000000006330 (Credito Bergamasco, filiale Bergamo-Malpensata). Disponibile anche il conto corrente postale numero 11662244 intestato a Caritas diocesana bergamasca con la causale "Terremoto Abruzzo".

Chi volesse usufruire della detraibilità fiscale può indirizzare l'offerta a favore dell'Associazione Diakonia Onlus all'Ubi-Banca Popolare di Bergamo di Piazza Vittorio Veneto con la causale ?Terremoto Abruzzo? (Codice IBAN IT81 V 05428 11101 000000099169).
B. S.

a.ceresoli

© riproduzione riservata