Mercoledì 06 Maggio 2009

Ponte di solidarietà per l'Abruzzo
La scuola bergamasca si mobilita

Una raccolta fondi per un progetto scolastico, attività di sensibilizzazione, l’ipotesi di un campo estivo a l’Aquila sono le principali iniziative rivolte a tutti gli istituti bergamaschi sotto il titolo “Da scuola a scuola, risparmio un euro e sostengo la speranza dell’Abruzzo”.

L’invito a costruire questo ponte di concreta solidarietà tra gli studenti del territorio orobico e quelli colpiti dal terremoto lo lancia la Consulta studentesca provinciale di Bergamo che ha messo a punto le proposte nel corso di una riunione plenaria organizzata con il sostegno dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo (ex Provveditorato agli Studi – www.istruzione.bergamo.it), allargata ai rappresentanti degli studenti in Consiglio di Istituto e ai docenti.

A un mese dal sisma che ha colpito l’Abruzzo il mondo della scuola bergamasca vuole portare il proprio contributo, in sintonia con quanto proposto a livello scolastico regionale e nazionale. Tutti i dettagli delle attività si trovano sui siti www.consultastudenti.bg.it e www.istruzione.bergamo.it (sezione “studenti”).

“Situazioni drammatiche come quella verificatesi in Abruzzo possono rivelarsi momenti di educazione e presa di coscienza dei nostri ragazzi, sviluppando un forte senso di solidarietà e di appartenenza alla comunità nazionale – sottolinea Luigi Roffia, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo – Ecco perché, in aggiunta alle attività proposte dalla Consulta studentesca, si invitano le scuole anche ad attivare le forme che riterranno più opportune per favorire condivisione e consapevolezza sul tema quali assemblee, attività di studio, proiezioni di filmati, ricerche, testimonianze di volontari rientrati dall’Abruzzo”.

“Lo slogan 'Da scuola a scuola, risparmio un euro e sostengo la speranza dell’Abruzzo' – precisa Giorgio Lanzi, docente referente della Consulta per l’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo - richiama la volontà di sviluppare progetti specifici di ambito scolastico, all’interno dei quali le nostre scuole creino una rete di condivisione con istituti abruzzesi, intercettando bisogni di tipo scolastico su cui lavorare nei prossimi mesi. In questo senso ci stiamo attivando per individuare progetti che possano dare il giusto completamento a tali iniziative di solidarietà”.

Una prima iniziativa proposta a tutte le scuole bergamasche è la partecipazione alla raccolta fondi per il sostegno ad un progetto scolastico in via di definizione a livello provinciale in linea con le scelte della Consulta regionale e del Consiglio Nazionale dei Presidenti delle Consulte Studentesche di tutta Italia. I contributi raccolti verranno gestiti in stretto coordinamento con le iniziative del Ministero dell’Istruzione.

L’Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo segnala a tutte le scuole interessate il conto corrente postale numero 10031243, intestato all’Istituto superiore Secco Suardo di Bergamo – Servizio cassa, Causale “Da scuola a scuola”. Il versamento, per le scuole che accolgono la proposta, dovrà avvenire entro il 23 maggio 2009.

L’Ufficio Scolastico sta anche attivando contatti con alcune realtà attive in Abruzzo per valutare un campo estivo sul luogo, dove eventualmente i nostri studenti potranno svolgere attività di animazione per gli studenti più piccoli delle scuole abruzzesi. Al momento l’ipotesi riguarda una cinquantina di studenti, in un progetto gestito in rete con altre organizzazioni bergamasche interessate all’esperienza. L’Ufficio Scolastico sta inoltre valutando la possibilità di ospitare ragazzi e ragazze dell’Abruzzo durante i mesi estivi, creando le condizioni per una piccola vacanza, coordinata tra studenti e famiglie di diverse scuole.

a.ceresoli

© riproduzione riservata