Martedì 12 Maggio 2009

La bretella di Colognola
aprirà finalmente domani

Si apre, finalmente. Mercoledì, ore 10,30, sarà una data storica per la viabilità cittadina, in particolare per il quartiere di Colognola: verrà aperta al traffico la cosiddetta «bretella di Colognola», quei 1400 metri di asfalto che si attendevano da oltre 20 anni per alleggerire il traffico in entrata e uscita dalla città verso Stezzano.

La decisione di aprire al traffico è stata presa lunedì sera nel corso di un «vertice» nella sede della Provincia, in via Tasso, al quale hanno partecipato esponenti dell’Anas Lombardia, dell’Amministrazione provinciale, del Comune, del Comando Polizia urbana e della settima Circoscrizione. Nessun taglio del nastro, ma una apertura pura e semplice, con un controllo immediato del traffico per osservare i risvolti che si potranno avere in particolare all’innesto con le vie Moroni-Grumello e quindi all’immissione sulla circonvallazione Pompiniano con direzione verso l'autostrada.

Per ora all’innesto della statale 42 non sarà introdotto l’obbligo, per i veicoli pesanti, di deviazione lungo la bretella. Non essendo ancora completata la rotatoria all’innesto con le vie Moroni-Grumello, si teme che il traffico pesante diretto verso Lecco possa andare a ingolfare la circolazione nel quartiere Villaggio degli Sposi.

Infatti, proprio per evitare questi possibili intasamenti, all’innesto della bretella, lungo la statale 42, la segnaletica indicherà solo la direzione Autostrada, Sarnico e Lovere, non quella di Lecco. Ugualmente da tenere sotto osservazione sarà l’innesto dei veicoli dalla bretella sulla circonvallazione Pompiniano in un punto dove arrivano – e a velocità sostenuta - anche i veicoli che percorrono via Grumello provenendo da Dalmine e che pure si incanalano per salire verso la circonvallazione. Qui potrebbero crearsi ingorghi e quindi si potrebbero rendere necessarie delle modifiche alla attuale sede stradale, restringendo o allargando le aiuole spartitraffico.

La soluzione definitiva e ottimale a questa situazione viabilistica arriverà solo con il completamento della rotatoria, lavori che però fanno parte delle opere che sono state accollate, come standard di qualità, alla realizzazione della nuova Accademia della Guardia di Finanza. Lavori, quindi, che per ora non sembrano così imminenti.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata