Mercoledì 13 Maggio 2009

Info point in 10 capitali europee
per lanciare il turismo orobico

Convincere i turisti stranieri che arrivano in Italia con i voli low cost a scegliere Bergamo per trascorrere le loro vacanze in Italia, utilizzando info point collocati non più negli aeroporti ma nei centri commerciali di dieci capitali europee dove le compagnie low cost hanno i loro scali.

È l'obietttivo principale del progetto «Low cost 2: presentazione Lombardia in Europa» che è pronto a partire con il supporto della Camera di Commercio di Bergamo e l'organizzazione di Turismo Bergamo, l’ente provinciale del turismo.

Nel 2008 l’iniziativa era partita con la promozione negli scali di 8 città. Ora invece si cambia, e non saranno gli aeroporti ad accogliere gli info point, ma i centri commerciali di Leeds, Edimburgo, Varsavia, Madrid, Praga, Bratislava, Riga, Parigi, Bruxelles e Berlino.

Nel secondo semestre del 2009 i grandi poli dello shopping di queste città ospiteranno degli spazi informativi dedicati alla promozione delle bellezze culturali, turistiche e gastronomiche della Regione Lombardia. L’obiettivo è quello di raggiungere attraverso una sorta Road Show itinerante, un bacino di utenti molto ampio come la clientela dei centri commerciali, un target in linea con quello dei viaggiatori low cost.

All’iniziativa hanno aderito Regione Lombardia e Unioncamere lombarde: nasce per stringere rapporti di reciproca collaborazione con le destinazioni europee collegate agli scali lombardi non solo di Orio al Serio, ma anche di Malpensa, Linate e Montichiari, rafforzano e approfondendo la conoscenza di Bergamo, della sua provincia e dell’intero territorio lombardo.

«Sinergie come quelle strette negli ultimi anni – afferma Felice Spampatti, presidente di Turismo Bergamo – mirano ad ampliare le possibilità di penetrazione turistica nelle altre località che ospitano realtà aeroportuali simili a Orio al Serio. Generalmente queste città si trovano in territori con vaste potenzialità di mercato non ancora sfruttate. E proprio per ampliare il numero dei turisti che oltre a volare su Bergamo, decideranno di trascorrervi parte del loro soggiorno, rafforziamo le attività di marketing direttamente sul territorio. Gli sforzi finora ci hanno dato ragione; negli ultimi 10 anni Bergamo ha segnato un aumento del 31% delle presenze turistiche, ma i margini di crescita sono ancora ampi e ci persuadono a seguire con determinazione il cammino già intrapreso».

Verranno inoltre coinvolti gli agenti di viaggio locali, a cui sarà presentato il sistema di booking online di Turismo Bergamo con lo scopo di creare una rete di vendita dei pacchetti turistici sul territorio orobico. Turismo Bergamo si presenterà come tour operator dell’incoming che fornirà ai tour operator locali tutte le informazioni relative all’accoglienza, i trasporti, la ricettività, gli itinerari e non solo.

r.clemente

© riproduzione riservata