Mercoledì 03 Giugno 2009

Lascia il motore e prendi la bici
Una campagna Atb in 7 lingue

Bergamasco, italiano, inglese, francese, russo, arabo e spagnolo: sono le «lingue» scelte dall'Atb per pubblicizzare «La BiGi», il nuovo servizio bike sharing attivo a Bergamo dal 17 maggio. «Ciapa La BiGi e lassa a cà ol mutur» è il messaggio che per tutto il mese di giugno verrà ripetuto sugli schermi che si trovano sui 95 autobus che circolano per la città.

Verrà proposto un filmato che è una successione di immagini che ripetono nella varie lingue il «Prendi La BiGi e lascia a casa il motore»: l'obiettivo è di avvicinare il maggior numero di cittadini italiani e stranieri a questo servizio destinato a tutti, giovani e meno giovani, per spostarsi in città in modo veloce, comodo, ecologico ed economico.

La BiGi conta a oggi 420 abbonati (uomini -65% e donne – 35%). I prelievi medi/giorno sono circa 200: dal 19 maggio ad oggi sono stati circa 1.850: 53% tra 20 e 40 anni, 35% tra 40 e 60 anni, 9% tra 60 e 80 anni, 3% tra 0 e 20 anni.

Sono 15 i punti di distribuzione della BiGi in città (di cui 11 già attivi), 120 biciclette (che saranno messe in servizio progressivamente in base all’evoluzione dell’utilizzo del bike sharing), 18 chilometri di piste ciclabili.

Ulteriori informazioni sul sito www.atb.bergamo.it e su www.bicincitta.com

r.clemente

© riproduzione riservata