Venerdì 05 Giugno 2009

Si schianta un'ambulanza: 8 feriti
Ma il trapianto non si ferma

Ci sono anche due cardiochiurughi fra le otto persone rimaste ferite giovedì sera a Bergamo, all'incrocio fra via Autostrada e via Carnovali. Un'automedica che viaggiava a sirene spiegate è stata urtata con violenza da un suv ed è poi carambolata contro altre due auto, terminando la sua corsa sul marciapiedi di fronte all'Hotel Città dei Mille.

Le persone ferite sono finite tutte in ospedale, ma le loro condizioni fortunatamente non sono gravi: le loro prognosi sono fra gli 8 e i 20 giorni. L'incidente è avvenuto alle 22,30: l'ambulanza, proveniente da Vicenza e diretta agli Ospedali Riuniti per il prelievo del cuore di un 58enne morto per emorragia cerebrale, viaggiava a sirene spiegate e sarebbe passata con il rosso.

Dalla sua sinistra è sopraggiunto il suv e l'urto è stato violento, tanto da spostare letteralmente la corsa dell'automedica, facendola finire contro le altre due vetture che sopraggiungevano dalla direzione opposta. Immediati i soccorsi: è intervenuto il 118 di Bergamo e, per proseguire l'intervento di prelievo e il relativo trasporto, è stato chiesto aiuto a Busnago Soccorso.

I feriti sono stati portati tutti ai Riuniti: si tratta dei due cardiochirughi, dell'autista dell'automedica della Sanit di Vicenza e di una infermiera, la più grave dei quattro; e ancora dei due occupanti di una delle tre auto coinvolte e dei guidatori delle altre due.

Busnago Soccorso avrebbe dovuto trasportare il cuore e l'equipe fino a Udine: poi però la Nord Italian Transplant ha preferito organizzare un volo da Orio a Gorizia, per ridurre i tempi di percorrenza. Da Gorizia il viaggio è proseguito con un'altra ambulanza.

r.clemente

© riproduzione riservata