Sabato 27 Giugno 2009

Almenno S. B., rogo danneggia
due appartamenti: anziana sfollata

Un incendio, sviluppatosi dopo un cortocircuito, ha danneggiato seriamente due appartamenti che sono stati dichiarati inagibili. L'inquilina di una delle due abitazioni (l'altra non è occupata), una donna di 85 anni che vive sola, è stata costretta a farsi ospitare dai familiari.

Per lei, Maria Gazzoni, s'era temuto il peggio: vedendo le fiamme, uno dei figli, che abita nelle vicinanze, ha pensato che la madre fosse all'interno dell'appartamento e, cercando di entrare dalla finestra, s'è ferito lievemente a una mano.

Tutto è cominciato alle 18,15 di ieri, in una corte di via Canatore 23, ad Almenno San Bartolomeo, in località Longa che si trova in collina. È da qui che due ragazzi, che passavano nella sottostante zona Cerita, hanno visto levarsi fiamme e fumo.

La nube nera dopo un po' era visibile fino a Brembate Sopra. Sono stati loro ad avvertire i vigili del fuoco, che da Zogno e da Bergamo sono accorsi in massa. Nel frattempo Alessandro Rocca, uno dei figli di Maria Gazzoni, s'è accorto che stava andando a fuoco la casa della madre, un appartamento di 60 metri quadri affacciato sulla corte al piano terreno.

L'uomo è accorso, ma ha trovato la porta chiusa. Pensava che la madre si trovasse all'interno, in balìa delle fiamme e del fumo. Non poteva immaginare che un paio d'ore prima la signora Maria era stata prelevata dalla nuora che l'aveva portata a casa sua per tenerle un po' di compagnia.

Così, il figlio ha provato a entrare dalla finestra, rompendo il vetro e ferendosi lievemente a una mano (è stato portato al policlinico San Pietro dove il taglio è stato suturato): dentro però non c'era nessuno.

r.clemente

© riproduzione riservata