Sabato 27 Giugno 2009

Bergamo, piantonato in ospedale
il folle investitore di Antegnate

È piantonato in ospedale, ai Riuniti di Bergamo, il 62enne di Antegnate che venerdì, nel parcheggio del Center Park, ha puntato volontariamente la sua auto contro quattro ragazzi e li ha investiti: il folle gesto del pensionato poteva provocare una tragedia, ma fortunatamente solo uno dei ragazzi è stato ricoverato.

L'uomo avrebbe agito in preda a una raptus: il suo interrogatorio da parte del giudice è previsto per la mattinata di lunedì; è accusato di tentato omicidio e su di lui pende anche una denuncia per detenzione abusiva di armi bianche. Solo allora, probabilmente, si conosceranno le effettive ragioni del gesto. Affetto da problemi psichici, era già noto alle forze dell'ordine come soggetto pericoloso e proprio per questo recentemente gli erano state sequestrate le armi in suo possesso e regolarmente denunciate.

Il gruppetto di giovani travolti si apprestava a entrare nel Center Park di Antegnate: tutti animatori del Centro ricreativo estivo dell'oratorio di Pandino (Cremona), intenti a scaricare dal baule del pullman gli zaini dei bambini che stavano accompagnando in piscina.

Una tragedia mancata, anche per l'accortezza dell'autista del pullman che ha fatto scendere i 75 passeggeri, per lo più bambini di età compresa tra i 9 e i 13 anni, dal lato destro del pullman, quello meno esposto al passaggio delle auto all'interno del parcheggio.

Ad avere la peggio uno studente sedicenne di Pandino colpito in pieno dall'auto e poi catapultato a diversi metri di distanza: per P. C. frattura a un braccio, lieve trauma cranico e ricovero nel reparto di traumatologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo, dove è stato trasportato con l'eliambulanza del 118.

È andata meglio alle due coetanee trasportate in autoambulanza all'ospedale di Treviglio, medicate e poi dimesse, così come è avvenuto alla quindicenne portata all'ospedale di Romano.

r.clemente

© riproduzione riservata