Mercoledì 01 Luglio 2009

Palafrizzoni, Redondi presidente
ma con solo 22 voti su 25

Prima seduta del nuovo consiglio comunale di Bergamo e prima sorpresa: Guglielmo Redondi (Lega Nord) alla prima votazione non ha ottenuto i voti necessari per la carica di presidente del consiglio comunale, ma soprattuto non ha ottenuto tutti i voti espressi della maggioranza espressa da Pdl, Lega e Lista Tentorio.

Il primo appuntamento a Palazzo Frizzoni è iniziato ufficialmente alle 18, con l'appello dei presenti, seguito da un minuto di silenzio per le vittime della tragedia di Viareggio.

Subito dopo la proclamazione ufficiale di Franco Tentorio, nella carica di sindaco, seguita da tre minuti di applausi. Si è poi passati alla prima votazione per nominare il presidente del consiglio: era necessario un quorum dei due terzi dei consiglieri, ma non sono stati raggiunti i numeri necessari, con due voti dispersi sul fronte della maggioranza.

Così si è passati alla seconda votazione, nella quale Redondi ha ottenuto il via libera per l'incarico di presidente, anche se a maggioranza semplice e con solo 22 voti su 25 della maggioranza.

Fra i banchi anche l'ex sindaco Roberto Bruni e tanta gente comune, assiepata in fondo all'aula per assistere al dibattito.

Alla minoranza è andata la carica di vicepresidente del consiglio: è Fiorenza Varinelli (Pd), proposta dall'ex assessore ai Servizi sociali, Elena Carnevali.

Dopo l'ufficializzazione degli assessori, Tentorio ha letto il suo discorso di insediamento, sottolineando che la sua gestione sarà improntata sulla competenza, l'impegno e l'onestà, con grande rispetto della volontà popolare. Tentorio ha poi toccato i punti salienti: la solidarietà, le grandi opere, la salvaguardia delle tradizioni, lo sviluppo dell'attività turistica, la sicurezza, le politiche giovanili.

r.clemente

© riproduzione riservata